closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Måneskin, se il rock ’n’roll val bene una messa

Musica. La metamorfosi del quartetto capitolino trionfatore all'Eurofestival

Måneskin

Måneskin

Da buskers a idoli musicali dalle mille influenze. La parabola veloce del quartetto capitolino portata a compimento con la vittoria all’Eurofestival, dà un po’ anche il senso di come l’industria della musica leggera (o leggerissima per dirla alla Colapesce Di Martino...) si sia completamente trasformata. Le tre tappe dei Måneskin sono tutte nel segno televisivo: X Factor- la tribuna dei talent che ha sostituito il vecchio scouting dei discografici, Sanremo - ovvero il tempio del nazional popolare e l’Eurofestival, trionfo del kitsch ma dall’audience planetaria che vale decisamente una messa. Insomma, la strategia che sta dietro la band è strutturata,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi