closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Maltempo, arriva lo stato di emergenza e una deroga al patto di stabilità

Dissesto. Centinaia di sfollati e isolati in Liguria, mille in Emilia Romagna. I nubifragi hanno colpito l’alessandrino, Lombardia e Toscana. Il sottosegretario Delrio annuncia l’allentamento del patto di stabilità per i comuni alluvionati. Le Regioni lo chiedono per tutti gli investimenti finalizzati alla prevenzione. Ma gli effetti della deroga potrebbero essere vanificati da una norma nella legge di stabilità

Dopo lunghi giorni di attesa il governo dichiarerà lo stato di emergenza per le alluvioni che hanno colpito Liguria (dove ci sono centinaia di famiglie sfollate e di persone isolate), Emilia Romagna (oltre mille sfollati), Toscana, Lombardia e Piemonte (colpito l’alessandrino). «Lo faremo nel prossimo consiglio dei ministri» ha annunciato ieri il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Graziano Del Rio in visita a Genova e a Milano con il capo della Protezione Civile Franco Gabrielli. Per gli enti locali colpiti da calamità il governo inserirà una «clausola favorente» nel patto di stabilità per permettere l'uso di un miliardo di euro,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.