closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Malinconie, perduti amori e terre selvagge

Note sparse. L'incanto di Lontano, l'album di Anja Lechner e Francois Couturier

Anja Lechner e Francois Couturier

Anja Lechner e Francois Couturier

La ricordate col vocalizzare toccante di Mercedes Sosa? Alfonsina y el mar, la struggente canzone di Ramirez (detto tra parentesi: tempo addietro i critici letterari più avanzati avevano decretato l’esilio perpetuo della parola struggente). La suonano con eleganza e discrezione anche loro due, Anja Lechner al violoncello e François Couturier al pianoforte nell’album Lontano (Ecm/Ducale). Bisogna stare al gioco con questi sedici brani in cui prevale un’atmosfera di romantica malinconia. Se ci si irrigidisce su una posizione austera, e non si capirebbe il perché, la bellezza dell’ascolto, diciamo pure il rapimento, va a farsi benedire. Prevale quell’atmosfera ma non è...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi