closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Malerba, destini satirici e morfologia dell’attore comico

Novecento italiano. In Oscar Mondadori i racconti degli anni ’60 e ’70, nei quali Luigi Malerba attaccava le ipocrisie del perbenismo sociale; da Quodlibet l’inedito «Strategie del comico», una ricognizione per tipi

Secchio a forma di colonna greca antica nella commedia di Jacques Tati Playtime (Tempo di divertimento), 1967

Secchio a forma di colonna greca antica nella commedia di Jacques Tati Playtime (Tempo di divertimento), 1967

Da ragazzo Luigi Bonardi, che faceva ridere la classe con continue battute, barzellette, facezie varie, fu rimproverato da una spazientita docente: «Sei una malerba, Bonardi!». Tanto bastò per sostituire quell’involontariamente comico «Bonardi» con il più lusinghiero «Malerba», e Luigi Malerba fu sempre fedele alla sua esigente vocazione: far ridere la vittima delle sue strategie punitive, distorcere il suo modo di parlare, le sue logiche argomentazioni, sorprenderla con gli esiti perversi della sua dabbenaggine. In Italia gli anni sessanta incitarono alla trasgressione felice, telefonicamente guidata dal grande editore: scrivere «senza punteggiatura, senza trama, storie aperte, senza un finale, senza niente» finché...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.