closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Mai dire “ultimatum”

Strette intese. Berlusconi tira e molla: nessuna minaccia al governo. Ma "assurdo restare al tavolo con chi vota per la mia decadenza"

Forse ha ripensato alla performance del titolo Mediaset di lunedì scorso, due giorni dopo il maxi-vertice di Arcore dal quale era partita la dichiarazione di guerra al governo Letta. Magari sono stati i suoi figli o Confalonieri a ricordargliela. Come che sia, Silvio Berlusconi tira ancora una volta il freno e nega di aver detto, appena l’altroieri, che se il Pd voterà per la sua decadenza da senatore sarà la fine dell’esecutivo delle larghe intese. Il Cavaliere esterna a metà mattinata, quando si siede al fianco di Marco Pannella a un banchetto dei radicali e firma i referendum. Giura appunto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.