closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Mai dire “ultimatum”

Strette intese. Berlusconi tira e molla: nessuna minaccia al governo. Ma "assurdo restare al tavolo con chi vota per la mia decadenza"

Forse ha ripensato alla performance del titolo Mediaset di lunedì scorso, due giorni dopo il maxi-vertice di Arcore dal quale era partita la dichiarazione di guerra al governo Letta. Magari sono stati i suoi figli o Confalonieri a ricordargliela. Come che sia, Silvio Berlusconi tira ancora una volta il freno e nega di aver detto, appena l’altroieri, che se il Pd voterà per la sua decadenza da senatore sarà la fine dell’esecutivo delle larghe intese. Il Cavaliere esterna a metà mattinata, quando si siede al fianco di Marco Pannella a un banchetto dei radicali e firma i referendum. Giura appunto...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi