closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Madri contro, un’altra immagine di donna

Al cinema. In sala «Figlia mia» di Laura Bispuri, presentato in concorso a Berlino. Al centro la vicenda della piccola Vittoria divisa tra le due mamme intepretate da Valeria Golino e Alba Rohrwacher

Alba Rohrwacher e Valeria Golino

Alba Rohrwacher e Valeria Golino

Ci sono due madri nel nuovo film di Laura Bispuri, appena presentato nel concorso della Berlinale e da oggi in sala, anche se non è della maternità che parla ma piuttosto dell’essere figlie, o meglio ancora della ricerca di affermare un personale modo di essere donne. Figlia mia è un romanzo di formazione che fa coincidere la scoperta di sé con quella di un femminile «aperto», da sperimentare, che come unico «codice» si dà di non averne assumendo la libertà di prendere da quanto coincide con il proprio «genere» ciò che vuole. Non ci sono cavalieri o principi azzurri o...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi