closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Madia contro Orfini. Ma il Pd lo difende

Democrack. La minoranza attacca il segretario: «Mai più fiducia a prescindere. Svolta sociale e modifiche all’Italicum»

Matteo Orfini e Roberto Giachetti

Matteo Orfini e Roberto Giachetti

Se non è il caos totale poco ci manca. Nel Pd del post voto amministrativo grande è il disordine sotto il cielo, e la situazione è tutt’altro che eccellente. Certo, sul quartiere generale si spara. Ma gli spari arrivano da ogni direzione, anche dallo stesso quartier generale. Dalle colonne di Repubblica la ministra Marianna Madia chiede le dimissioni del commissario del Pd romano Matteo Orfini: «Il Pd dev’essere ’stappato’. Se il tappo è Orfini, allora si dimetta da commissario». La ministra definisce il collega «un ostacolo al parlamento», «In città c’è una classe dirigente giovane, agisca. Ma senza aspettare che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.