closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Madia accusa: Serracchiani cooptata. La replica: sono sempre stata autonoma

Le spine di Letta. Rissa nel Pd per la nuova capogruppo alla Camera. Primarie a Roma, gelo di Calenda

Marianna Madia, candidata alla guida del gruppo Pd alla Camera

Marianna Madia, candidata alla guida del gruppo Pd alla Camera

Nel Pd la pax lettiana è già finita. A tre giorni dal voto per la nuova capogruppo alla Camera, Marianna Madia -una delle due candidate- lancia un atto d’accusa all’uscente Graziano Delrio e alla rivale Debora Serracchiani. «Quello che poteva essere un confronto sano tra persone che si stimano si è subito trasformato in altro», scrive in una dura lettera ai colleghi deputati. «Immediatamente si è ripiombati nel tradizionale gioco di accordi trasversali più o meno espliciti con il capogruppo uscente, da arbitro di una competizione da lui proposta, che si è fatto attivo promotore di una delle due candidate,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi