closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Macron: sulle pensioni andiamo avanti. E lo sciopero non si ferma

Francia. La protesta contro la riforma prosegue, oltre alle ferrovie e ai trasporti pubblici parigini, sono mobilitati i lavoratori delle raffinerie

I musicisti dell’Opera di Parigi in sciopero

I musicisti dell’Opera di Parigi in sciopero

È il più lungo movimento di protesta del dopoguerra in Francia, dura dal 5 dicembre, quasi da 30 giorni, più del grande sciopero del 1995 (sempre contro una riforma delle pensioni) o quello del 1986 (che riguardava anche allora le ferrovie). Lo sciopero contro la riforma delle pensioni continua, i treni viaggiano con il contagocce, a Parigi il métro non funziona a singhiozzo, anche se giorno dopo giorno diminuisce la percentuale di chi aderisce allo sciopero. Emmanuel Macron ha cercato di “pacificare” con il tradizionale intervento in tv la sera del 31 dicembre, per gli auguri del nuovo anno. Ma...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.