closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Macron celebra Joséphine Baker nel Pantheon. E Zemmour si candida ufficialmente

Francia. Il presidente ha celebrato l’evento con un discorso politico sui valori della Repubblica

Joséphine Baker è entrata ieri al Panthéon, americana di nascita diventata francese il 30 novembre 1937, artista di scena e eroina della Resistenza, madre di 12 figli adottati di tutte le origini, ha portato nel tempio laico dei grandi uomini di Francia, «un vento di fantasia e audacia», ha ricordato il presidente Macron, nel discorso di omaggio. Una cerimonia solenne e estremamente commovente, per la sesta donna a entrare al Panthéon. Il Canto dei partigiani e le sue canzoni ormai iconiche, Me revoilà Paris, J’ai deux amours, hanno accompagnato il lento percorso verso il Panthéon del cenotafio dove non c’erano...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.