closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Scuola

Ma il Pd non molla sulle private

Referendum Bologna. Il 59% di no ai fondi alle materne paritarie, nonostante la bassa affluenza . Prodi: «I risultati si accolgono»

Domenica 26 maggio, il voto in un seggio a Bologna

Domenica 26 maggio, il voto in un seggio a Bologna

E ora cosa accade? La domanda cruciale del giorno dopo il referendum sui fondi comunali alle scuole dell'infanzia private a Bologna non porta con sè un'unica risposta. Il sindaco Virginio Merola ha usato toni morbidi verso i referendari, annunciando il dialogo ma non mettendo in dubbio l'esistenza della convenzione con le scuole private che a suo dire «si può migliorare». È il segno che il primo cittadino non può ignorare il risultato della vittoria netta con il 59% dell'opzione A, quella che chiedeva di non destinare alle scuole d'infanzia private poco più di un milione di euro all'anno. D'altronde anche...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.