closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Ma i capilista bloccati restano: Richetti svela il piano di Renzi

Democrack/Primarie. Il portavoce della mozione: se non va il Mattarellum estenderemo l'Italicum al Senato. Vannino Chiti: provocazione inaccettabile

Matteo Renzi, ex premier ed ex segretario Pd

Matteo Renzi, ex premier ed ex segretario Pd

«Larghe intese con Berlusconi? Non è l’obiettivo del Pd e di Renzi». Matteo Richetti, portavoce della mozione dell’ex segretario che nel primo giorno del week end raccoglie gloria e voti fra i suoi, smentisce l’intenzione del partito di dare vita a nuove larghe intese. Ma in un’intervista alla Stampa nella foga negazionista lascia scivolare un dettaglio fatale. Che contraddice tutto il discorso. «Lavoreremo per una legge elettorale che ci dia un vincitore, o il Mattarellum o l’Italicum esteso al Senato. Vogliamo costruire un nuovo centrosinistra in grado di vincere da solo». Ma è chiaro che quella di acciuffare il 40...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi