closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

Lutto e rabbia in Burkina Faso: «A Solhan uccidevano chiunque incontrassero»

Uomini, donne e bambini: 160 le vittime, tutti civili. L’ultimo eccidio di stampo jihadista nella zona dei "3 confini", è il più grave dal 2015. Critiche al governo per i gruppi ausiliari di difesa locale che espongono le popolazioni a maggiori pericoli. E la presenza di truppe straniere non aiuta

La strage di Solhan sulla prima a lutto del quotidiano Observateur Paalga venduto ieri nelle strade della capitale Ouagadougou

La strage di Solhan sulla prima a lutto del quotidiano Observateur Paalga venduto ieri nelle strade della capitale Ouagadougou

Si sono chiusi ieri i tre giorni di lutto nazionale decretati dal presidente Roch Marc Christian Kaboré, dopo che nella notte tra venerdì e sabato un gruppo di miliziani jihadisti ha ucciso oltre 160 civili - di cui almeno 20 bambini - nel più mortale attacco condotto nel paese dal 2015. «Un'incursione omicida compiuta da oltre una cinquantina di uomini nella cittadina di Sohlan, vicino al confine con Mali e Niger - ha dichiarato Ousseni Tamboura portavoce del governo in un comunicato ufficiale -, hanno distrutto case, il mercato locale e due postazioni dei Volontari per la Difesa della Patria...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.