closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

L’utopia batte il gadget

Anticipazioni. L'architetto e designer racconta la sua idea di «casa emozionale», cui dedicherà la sua relazione al festival «Dialoghi sull'uomo» di Pistoia, domenica 24 maggio

Le definizioni dell’arredo oscillano fra due limiti estremi, come il moto di un pendolo. A un estremo, c’è la casa intesa esclusivamente nella sua funzione, come freddo strumento d’uso. All’altro estremo c’è la casa intesa come espressione poetica, sentimento, spazio psichico. Tecnologia contro emozione? Prodotto meccanico contro oggetto fatto a mano? Industria contro artigianato? In realtà, il percorso avanti e indietro del pendolo dà luogo a infinite interpretazioni dell’arredo, e a infiniti atteggiamenti e professioni. L’emozione che una casa può contenere è inversamente proporzionale alla complessità del suo uso. Più è tecnologica meno ci sarà possibilità di libera espressione dello...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.