closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

L’uso della forza per recuperare popolarità

Donald Trump, più di ogni suo predecessore, ha gli occhi costantemente puntati sui sondaggi di popolarità, peraltro gli stessi che ne pronosticavano, da candidato, la sconfitta alle presidenziali. Ed è, anche da presidente, un avido divoratore di televisione. Quella tv che, 24 ore su 24, propone le immagini terribili dei bambini morti intossicati dal gas sarin nella cittadina settentrionale di Khan Sheikhou. Aveva detto, Trump, che non si sarebbe invischiato nel conflitto siriano, se non contro l’Isis in azioni congiunte con altri paesi, e più volte aveva ripetuto che nella sua agenda non c’era posto per i diritti, tanto meno...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi