closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Rubriche

L’Ungheria e i tormenti da Recovery Fund

Visegrad e oltre . La rubrica sui populismi a cura di Massimo Congiu

Illustrazione

Illustrazione

Lo sappiamo, il governo ungherese è nell’occhio del ciclone per la legge anti-Lgbtq. Questa legge che le autorità di Budapest dicono di aver concepito unicamente per tutelare l’educazione sessuale e la stabilità psicologica dei più giovani ha indignato i vertici dell’Ue. Al summit dei capi di governo che si è svolto a Bruxelles a fine giugno il governo ungherese si è trovato sul banco degli imputati: il premier olandese Mark Rutte ha chiesto al suo omologo magiaro di predisporre la procedura di uscita dall’Unione attraverso l’articolo 50 del Trattato, proprio come già fatto da Londra. La disposizione adottata dal Parlamento...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.