closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Una scena da «La città morta» di Leonardo Lidi © Courtesy La Biennale di Venezia / Andrea Avezzù

LUNEDÌ ROSSO

Il lunedì con il manifesto. La rubrica per chi si muove in controtempo.

10 storie in evidenza della settimana appena trascorsa, scelte dalla redazione.

Una favola per ricordare Rossana Rossanda, attraverso le avventure della sua astuta felina Mefis e di un misterioso circense che sa parlare con gli animali.

Il Movimento 5 Stelle dovrà affrontare una sfida inedita. Quella di dover, forse, scegliere tra opzioni politiche divergenti. In poche parole la democrazia interna.

Nelle Alpi occidentali, al confine tra Italia e Francia, c’è un rifugio che soccorre le rotte montane dei migranti. Adesso è sotto sfratto.

Questo e molto altro tra le storie del lunedì rosso.

Gli articoli scelti per voi

Cercando la «cosa» chiamata comunismo

Marco Bascetta

Era solita, Rossana, metterti Ko, più con le domande che con le risposte. Quanti articoli, quanti interventi si concludevano con quelle grandi questioni, (la rivoluzione, i rapporti di classe, il conflitto tra capitale e lavoro, l’interpretazione della storia e la previsione del suo corso) sulle quali chiamava tutti a cimentarsi.

Le matrioske di Navalny

Yurii Colombo

Profili . Ritratto con molte ombre del politico anti-Putin che qualcuno in Europa considera da Nobel. E che a ben vedere incarna una sorta di versione giovanile, dura e pura, dello stesso leader russo

Assistenti educativi, il fanalino di coda

Luca Pakarov

Il servizio, esternalizzato, è gestito dagli enti locali, ma la responsabilità civile e penale è delle cooperative sociali. Sono circa 55mila gli operatori che lavorano fianco a fianco agli insegnanti di sostegno per supportare i disabili. Pagati praticamente a cottimo, in una condizione di totale precarietà

Bangladesh, una lady di ferro esperta di cambiamenti climatici

Giuliano Battiston

Il monito della premier Sheik Hasina. L’Occidente ha molto da imparare da uno dei paesi tra i più vulnerabili. Ogni anno viene inondato tra il 30 e il 50% del suo territorio. «Non è un pianto, è un’allerta»

Il congresso oltre il caos, per i 5S la prova più difficile

Giuliano Santoro

Dopo l’assemblea congiunta dei parlamentari grillini di giovedì sera, Vito Crimi rimette in fila le proposte. Più che cercare di tenere insieme i pezzi di un M5S diviso, per il reggente si tratta piuttosto di ricostruire gli eventi in modo indolore per gli equilibri di vertice, minimizzando per quanto possibile gli strappi rispetto alle consuetudini del Movimento 5 Stelle.

Anche i lettori forti hanno i loro social

Maria Teresa Carbone

Ci sono momenti (rari) in cui viene da pensare che la lettura – intendendo per lettura la contiguità prolungata con un libro magari superiore alle ottanta-cento pagine – non sia destinata a estinguersi nel giro di pochi anni.

Sotto sfratto il rifugio per migranti in fuga sulle Alpi

Maurizio Pagliassotti

Un appello che in pochi giorni ha superato le 2.500 firme, un appello per salvare il rifugio per migranti che approdano a Briançon, splendida cittadina medioevale che sorge nelle Alpi francesi, appena al di là della fatidica Val di Susa.

E ora chiediamoci: «Ruth cosa farebbe?»

Luca Celada

Intervista a Gloria Steinem, icona del femminismo Usa, amica e compagna di lotte della giudice Ginsburg appena scomparsa. «Ero convinta che fosse eterna… Ora però dobbiamo impedire che il presidente nomini un sostituto prima delle elezioni»

Quel lato oscuro della Luna

Andrea Capocci

Il progetto. Con il piano Artemis svelato ieri, la Nasa vuole tornare sul satellite entro il 2024. Un’impresa disperata che assomiglia a un manifesto elettorale pro-Trump

La gatta Mefis è tornata

Tommaso Di Francesco

Una favola per ricordare Rossana Rossanda. Protagonista la sua gatta Mefis, rapida e felina, in fuga tra il verde, con un misterioso vulcano da difendere