closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

LUNEDÌ ROSSO

Il lunedì con il manifesto. La rubrica per chi si muove in controtempo.

10 storie in evidenza della settimana appena trascorsa, scelte dalla redazione.

In Thailandia c’è una protesta nella protesta. Donne in piazza contro la cultura sessista e misogina e per un ripensamento femminista della società.

Negativo il bilancio sulla app per il tracciamento del contagio Immuni. Oltre 10 milioni a scaricarla ma solo poco più di mille i casi segnalati.

l nuovo album di Bruce Springsteen, «Letter to you», che lo vede riunito con la storica E Street Band. Non un disco politico, ma chiare sono le allusioni all’inganno del potere.

Questo e molto altro tra le storie del lunedì rosso.

Gli articoli scelti per voi

Contro re e patriarcato, la rivoluzione delle donne in Thailandia

Valeria Mongelli

Continuano le proteste. L’attivista Rosalyn «Rosie» Bejrsuwana “È arrivato il momento di avere nuove conversazioni. Non su quello che una ragazza thai dovrebbe essere, ma su quello che una ragazza thai può essere”

L’ultimo giro dei giostrai

Angelo Mastrandrea, Andrea Sabbadini

Movimenti. In piazza del Popolo a Roma gli «artigiani del divertimento» contestano le ordinanze anti-Covid dei comuni e si rivolgono al governo: «Fermi da febbraio, fateci riaprire o chiuderemo per sempre»

Coprifuoco capitale, la prima notte

Giansandro Merli

Covid-19. Per le strade di Roma prima e dopo lo scoccare dell’ora X, tra le piazze interdette dalle 21 e le strade deserte da mezzanotte. Le voci e i suoni di una città disposta a rinunciare alla notte e a chiudersi in casa. Basterà?

Il sintomo di un’altra epidemia

Norma Rangeri

Si reclama, e per fortuna anche a livello europeo, un cambio di paradigma, si loda il Covid per essere una cartina al tornasole di un modello neoliberista distruttore di natura e umanità, ma poi dalla teoria economica non si passa alla pratica sociale di un reddito di base

La censura ai tempi del Coronavirus

Arturo Di Corinto

Hacker’s Dictionary. Dall’Egitto al Sudan passando per il Kenya, gli attivisti del web sono bersaglio di governi autoritari. Lo stesso accade coi giornalisti in Cina, Vietnam e nelle Filippine. La denuncia di Reporter senza frontiere, Global Voices e Articolo 19

Immuni, solo in mille l’hanno usata. E addio contact tracing

Andrea Capocci

La App è un flop: quasi 10 milioni di download, ora è installata sul 20% degli smartphone, ma è stata utilizzata solo in 1134 casi. Ormai è saltato il tracciamento dei contatti necessaria per confinare i focolai

La Cina degli spiriti. Superstizione e cibernetica tra gli ’80 e ’90

Simone Pieranni

Storie parallele. Dalla fine degli anni settanta il fenomeno dei bambini con “poteri speciali” diede avvio a una riscoperta della tradizione magica cinese. In quegli anni lo scienziato Qian Xuesen applicava la tecnologia al paranormale teorizzando “l’ingegneria dei sistemi uomo-macchina-ambiente”, mentre la televisione irrompeva nella quotidianità della case cinesi

Il Boss e quella lettera scritta in purissimo rock and roll

Alessandro Portelli

Musica. Il 23 ottobre esce il nuovo album di Bruce Springsteen, «Letter to you», che lo vede riunito con la storica E Street Band. Non un disco politico, ma chiare sono le allusioni all’inganno del potere

Israele non rinnova i permessi ai funzionari Onu per i diritti umani

Michele Giorgio

Territori occupati. 17 organizzazioni per i diritti umani israeliane hanno scritto al ministro degli esteri Ashkenazi per protestare contro la decisione di non rilasciare permessi di soggiorno ai funzionari stranieri dell’Ohchr, l’Ufficio dell’Alto commissario per i diritti umani Michelle Bachelet

Gianni Rodari, «Favole al telefono» dal gusto americano

Erica Moretti

Scoperte. Negli Stati uniti si festeggia il centenario dello scrittore e pedagogista. Fino ad ora, giochi linguistici, humor intriso di cultura italiana, sentimentalismo e adesione al partito comunista hanno contribuito alla mancata diffusione del suo lavoro negli Usa. La pubblicazione da parte di Enchanted Lyons di «Telephone Tales» ha anche un aspetto politico. Alcune storie, lette oggi, fanno riflettere sulle violenze della polizia