closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Economia

Unità, l’ultradestra vuole il brand rosso

L'Unità. Il direttore Luca Landò: «L’operazione politica di Santanché è pericolosa e va respinta». «Il messaggio della pitonessa è che destra e sinistra non esistono più. Se l’anima nera arriva alla bandiera è per svuotarla e gettarla»

Redazione de L'Unità

Redazione de L'Unità

Mentre il comitato di redazione de L’Unità, in lotta per la sopravvivenza del quotidiano, non ha nulla da aggiungere ai «rumors poco credibili, tra pitonesse, gufi e sciacalli», come scrivevano ieri in prima pagina, il direttore Luca Landò pubblicherà oggi un fondo per spiegare «l’operazione tutta politica» e «da respingere con forza al mittente» di Daniela Santanché che ha presentato un’offerta di acquisto del quotidiano fondato da Antonio Gramsci in tandem con la giornalista di Rai Sport, Paola Ferrari, nuora di Carlo De Benedetti (che però, appena appresa la notizia, si è dichiarato «totalmente estraneo all’iniziativa»). Direttore, sono rimaste solo...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.