closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

L’Ucraina sequestra nave russa, Mosca minaccia «conseguenze incalcolabili»

Odessa. L’altra guerra delle petroliere è nel canale di Kerch. Bocciata dal Cremlino l'ipotesi di uno scambio con i 24 marinai ucraini detenuti in Russia. E in serata Kiev libera 10 membri dell'equipaggio su 15

I marinai ucraini arrestati dai russi nel novembre scorso a processo

I marinai ucraini arrestati dai russi nel novembre scorso a processo

Torna alta la tensione tra Ucraina e Russia. Ieri mattina nel porto di Odessa le autorità di polizia ucraine hanno sequestrato una petroliera battente bandiera russa. Secondo gli agenti di frontiera ucraini non sarebbe altro che la nave Neyma, ora ridenominata Nika Spirit, che avrebbe partecipato al blocco del canale di Kerch nel novembre scorso. In quella occasione la marina russa bloccò 3 navi militari ucraine e arrestò 24 marinai ancora oggi detenuti in Russia. Nella crisi politica che se seguì, la Ue impose ulteriori sanzioni contro la Federazione. Sulla nave si troverebbero 15 persone dell'equipaggio, tutte di nazionalità russa...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.