closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Lucchesini controlla l’élan di Schumann

Musica. Uno splendido concerto ha inaugurato la stagione cameristica di Santa Cecilia, a Roma. Un programma monografico, centrato su sette anni cruciali del compositore

Non è comune che il recital scelto per inaugurare una stagione cameristica – quella dell’Accademia di Santa Cecilia, nel caso specifico – privilegi, nei contenuti, la dimensione monografica. Più spesso, infatti, si preferisce puntare sulla varietà e sul virtuosismo, nel tentativo di ingraziarsi un pubblico trasversale e non per forza militante. Un concerto pianistico interamente dedicato a Schumann, costringe a riflettere e a tenere alta l’attenzione per i novanta minuti della sua durata, ponendosi felicemente in controtendenza. È una linea culturale, questa, che caratterizzerà gran parte del cartellone ‘19/’20 di Santa Cecilia: Bach, Haydn e soprattutto Beethoven saranno al centro...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.