closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Lucano: «Il modello Riace è l’alternativa alla barbarie gialloverde»

Intervista. Parla il sindaco, in sciopero della fame, perché «solo il prefetto e il ministero dell’Interno vedano del marcio qui», «i migranti sono una ricchezza e una risorsa»

Murales a Riace, sotto il sindaco Domenico Lucano

Murales a Riace, sotto il sindaco Domenico Lucano

Sindaco Lucano, lei è in sciopero della fame. Quali sono le motivazioni che l'hanno spinta a questo gesto estremo? Vengo da 2 anni di ingiustizie e prevaricazioni dello Stato contro di me compresa una incredibile e paradossale inchiesta giudiziaria. In questi anni ho molto riflettuto su questo accanimento e mi chiedo perplesso perché mai Wenders abbia scelto proprio Riace come soggetto di un docufilm, perché mai Riace abbia rappresentato l’Italia a Dresda, capitale europea della cultura 2016, perché mai il papa abbia sentito la necessità di scrivermi ed invitarmi in Vaticano. Insomma perché mai tutto questo e perché parrebbe che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.