closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Luca Ferri, il cinema è un albicocco al curaro

Torino Film Festival. Il digitale sugli affollati padiglioni del Forum Internazionale di Tokyo, il Super8 di un orto tra voci, ferrovia e rovine

da

da "Curzio e Marzio"

Chi non ricorda la famosa scena cult di Paolo Villaggio-Fantozzi che rincorre la Contessa Serbelloni Mazzanti Vien dal Mare per riportarle – mentre lei è in treno, in partenza – il celeberrimo giallo, L'albicocco al curaro, gridando su domanda di lei il nome dell'assassino, l'altrettanto celeberrimo “Dylan Chesterton Junior”? Da molto tempo chi qui scrive ha una domanda ricorrente: ci sarebbe qualcuno o qualcuna in grado di girare un ipotetico film oggi da questo libro immaginario già capolavoro? Ripetiamo: un film oggi, mantenendo intatto lo spirito di quel momento ma considerando le complicazioni di questo di momento – come dire:...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi