closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

L’ozio come antidoto al presente

Scaffale. Luciano Canfora e il suo pamphlet «Gli antichi di riguardano», per Il Mulino. Gli studi classici? Non sono inutili, anzi....

I centauri di Fidia

I centauri di Fidia

A cosa ci serve lo studio dell’antichità classica? Da un pezzo la domanda è diventata puramente retorica. Figuriamoci, poi, nel tempo delle rottamazioni e del «fare» sans phrase. Da decenni, di riforma in riforma, gli strateghi ministeriali hanno inseguito la fata morgana di un sistema formativo funzionale al mercato del lavoro. Mercato di cui tutto ignoravano e del quale non hanno indovinato, neanche lontanamente, la benché minima tendenza e, men che meno, la progressiva scomparsa. In compenso sono riusciti a trasformare il corso degli studi in un iter burocratizzato e molesto. La modulistica universitaria e la selva degli adempimenti sono...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi