closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Louise Erdrich, tragedie indiane

Narrativa . In una riserva del Nord Dakota sospesa fra tradizione e modernità, spiritismo e materialismo, una storia violenta raccontata dalla voce di un ragazzo: «La casa tonda», ultimo romanzo della autrice americana per Feltrinelli

Irene Bedard nel ruolo  di Mary Crow Dog, scrittrice e attivista  dell’American Indian Movement: una immagine dal film «Lakota Woman. Siege at Wounded Knee»

Irene Bedard nel ruolo di Mary Crow Dog, scrittrice e attivista dell’American Indian Movement: una immagine dal film «Lakota Woman. Siege at Wounded Knee»

Nella chiacchierata intervista, pubblicata in Italia da  Repubblica, in cui comunicava la sua decisione di smettere di scrivere e riconosceva quasi controvoglia di non aver invece abbandonato l’abitudine di leggere almeno due ore ogni sera, Philip Roth dichiarava: «Ho appena finito uno stupendo libro di Louise Erdrich, The Round House». E la frase di Roth, trasformata in «strillo» e ridotta a un semplice «stupendo», campeggia ora sulla quarta di copertina dell’edizione italiana del romanzo di Erdrich, La casa tonda (traduzione di Vincenzo Mantovani, Feltrinelli) mentre le alette interne si concentrano soprattutto sul conferimento del prestigioso National Book Award, contro tre...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi