closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

L’organizzazione dei sopravvissuti alla Shoah non sta con Netanyahu

Germania/Israele. Il Vvn denuncia i crimini israeliani contro i palestinesi. Lo scrittore Tomer Dotan Dreyfus e il suo reportage da Tel Aviv: «Perché in Germania i palestinesi contano meno di noi?»

Una bomba inesplosa sull’uscio di una casa a Gaza City

Una bomba inesplosa sull’uscio di una casa a Gaza City

È stata la prima organizzazione fondata dai sopravvissuti ai campi di sterminio, combatte l’antisemitismo da ben 74 anni e non sta per niente dalla parte di “Bibi” Nethanyau. L’Unione dei Perseguitati dal regime nazista (Vvn) è la più antica istituzione antifascista tedesca, con una lista di membri illustri da enciclopedia della Resistenza: da Hannelore Willbrandt, militante della Rosa Bianca insieme ai fratelli Scholl ai tempi di Hitler, alla Pantera Nera Mumia Abul Jamal, prigioniero degli Usa dal 1981. Ieri non sono stati zitti di fronte all’oppressione di ebrei, rom e musulmani; oggi non tacciono di fronte ai crimini commessi in...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi