closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

L’orfanotrofio dove cresce l’arte

«Papaveri nella luce bianca di Pskov», 2009 ( In memoria di Eluana Englaro)

«Papaveri nella luce bianca di Pskov», 2009 ( In memoria di Eluana Englaro)

Prima e unica pittrice italiana a vivere e lavorare in Russia da quasi trent’anni, Elide Cabassi coniuga le tradizioni artistiche dei due paesi in un’opera risolutamente libera e contemporanea. Non solo. Nel 2011, fonda nell’orfanotrofio La nostra casa di Mosca un laboratorio d’arte italiano dove risveglia la creatività di bambini affetti da disturbi psichici con una pedagogia centrata sulla bellezza. E che fa già storia. L’abbiamo raggiunta nella capitale russa in occasione della sua mostra Luoghi di confine al museo statale - Centro Culturale Integrazione A. N. Ostrovskij. Nata nel 1963 in Val Trompia, cresciuta nel Piemonte contadino, formata artisticamente...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi