closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

L’Onu scomunica la Santa sede

Abusi impuniti. Duro rapporto della Commissione per i diritti dei minori: in Vaticano vige un «codice del silenzio». Così la Chiesa avrebbe coperto i colpevoli senza ammettere l’ampiezza dei crimini commessi

Protesta contro i repti pedofili a S.Pietro

Protesta contro i repti pedofili a S.Pietro

Severissimo atto d’accusa nei confronti del Vaticano da parte della Commissione Onu per i diritti dei minori sulla questione dei preti pedofili. «La Santa sede – si legge nel più corposo dei rapporti presentati ieri a Ginevra – non ha riconosciuto l'ampiezza dei crimini commessi, non ha preso le necessarie misure per affrontare i casi di abuso sessuale e per proteggere i bambini e ha adottato politiche e pratiche che hanno portato a una continuazione degli abusi e all'impunità dei responsabili». In sostanza, questa l’accusa dell’Onu, ha tollerato e permesso che molti preti e religiosi commettessero abusi e violenze su...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.