closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

L’ombra di Hemeti dietro il golpe in Sudan

Tutto il potere ai militari. Le visite sospette in Russia, Emirati e Israele degli uomini dell'ex capo dei Janjaweed, oggi comandante delle Forze di intervento rapido, pochi giorni prima della destituzione del premier Hamdok. Intanto si moltiplicano gli appelli alla protesta, malgrado la repressione

Al centro Mohammed Hamdam Dagalo, meglio conosciuto come Hemeti

Al centro Mohammed Hamdam Dagalo, meglio conosciuto come Hemeti

A Khartoum continua la repressione di ogni forma di protesta e di sciopero, da parte delle forze armate sudanesi, dopo il putsch del generale Abdel Fattah al Burhan che ha messo agli arresti il primo ministro Abdalla Hamdok e diversi ministri civili del governo di transizione. Continuano da più parti gli appelli affinché la popolazione si opponga al ritorno della dittatura militare. Al Burhan nella sua veste di presidente del Consiglio sovrano di transizione e comandante dell’esercito ha sciolto i sindacati e le associazioni professionali, arrestandone i vertici e tagliando così la testa alla società civile sudanese. Nonostante i duri...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.