closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Italia

Lombardia rossa, la Regione presenta il contro-dossier

Speranza ha firmato l’ordinanza. Fontana ricorre al Tar e in una lettera contesta i parametri «da rivedere». Ma dopo quasi un anno dall’inizio della pandemia il problema è lo stesso: i numeri relativi all’incidenza del virus elaborati dalla Regione non sono accessibili

Protesta degli studenti davanti alla Regione Lombardia; in basso Attilio Fontana

Protesta degli studenti davanti alla Regione Lombardia; in basso Attilio Fontana

Da oggi e fino al 31 gennaio, la Lombardia è in zona rossa. Attilio Fontana la definisce una «punizione» ma i dati parlano chiaro. Anzi, chiarissimo: la regione è ancora prima per numero di casi: 2.134 ieri con 78 morti, secondo i dati del ministero della Salute, seguita dalla Sicilia. Il presidente leghista, dopo l’annuncio di voler presentare lunedì ricorso al Tar del Lazio per la decisione del ministro Speranza, ha scritto una lettera indirizzata non solo alla sede del Lungotevere Ripa, ma anche al ministero degli Affari Regionali. NEL TESTO CHE I MINISTRI Speranza e Boccia si sono visti...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi