closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Europa

Loi Travail in vigore dal 20 luglio. Nessuna “censura” di sinistra

Francia . La "fronda" Ps non riesce a trovare un numero sufficiente di firme. Martine Aubry salva di nuovo Valls. La guerra esplode anche tra Mélenchon e Pcf

La Loi Travail entrerà in vigore definitivamente il 20 luglio. La “fronda” socialista, con la sinistra della sinistra, non è riuscita a raccogliere le 58 adesioni necessarie tra i deputati per presentare una “censura” al governo, dopo che Manuel Valls ha annunciato, martedi’, il ricorso al 49.3 per far passare la riforma del lavoro in seconda lettura all’Assemblée senza voto (né discussione). Come già a maggio, in seguito al primo 49.3, anche questa volta i dissidenti si sono fermati a 56 firme: tra esse, quelle di alcuni ex ministri dei primi governi della presidenza Hollande, i socialisti Aurélie Filippetti e...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.