closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

L’odiosa e sotterranea restaurazione antifemmina

Habemus Corpus. Negli ultimi mesi, più le donne denunciavano molestie e prevaricazioni passate e presenti, più andava crescendo da più fronti e nei loro confronti un attacco deliberato e reazionario

È cominciato come un senso di disagio, la percezione di qualcosa di sgradevole. Negli ultimi mesi, più le donne denunciavano molestie e prevaricazioni passate e presenti, più avvertivo che andava crescendo da più fronti e nei loro confronti un attacco deliberato e reazionario, benché spesso strisciante. Non è qualcosa mosso solo contro il movimento Metoo, ma avverso al corpo stesso della donna. L’evento recente e più eclatante è stata la sentenza dei giudici spagnoli che hanno derubricato ad abuso sessuale uno stupro di branco. Attenendosi alla legge spagnola secondo cui non c’è violenza se non c’è intimidazione, i giudici hanno...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.