closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

L’occupazione israeliana ha distrutto progetti Ue per 65 milioni di euro

Territori Occupati. Lo rivela l'Ong "Euro-Mediterranean Human Rights Monitor". In cinque anni, dal 2011 al 2015, l'Unione europea ha perduto a causa di operazioni militari israeliane e di demolizioni 63 milioni di euro a Gaza e due in Cisgiordania. Bruxelles però non protesta

Il grosso l'ha fatto a Gaza l'offensiva israeliana "Margine protettivo" con i suoi bombardamenti devastanti. Il resto le ruspe mandate dalle autorità militari a demolire strutture edilizie e infrastrutture "non autorizzate" nell'Area C, il 61% della Cisgiordania che resta sotto il pieno controllo dell'esercito israeliano 23 anni dopo la firma degli Accordi di Oslo. In cinque anni, dal 2011 al 2015, l'Unione europea ha perduto in questo modo circa 65 milioni di euro, 63 a Gaza e due in Cisgiordania. Erano soldi del contribuente europeo investiti in progetti a sostegno dell'economia, dell'istruzione, di infrastrutture e molto altro nei centri abitati...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.