closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Lo stregone dell’Etna

Musica e dintorni. Un ricordo di Franco Battiato e una 'piccola censura'...

Franco Battiato e Giuni Russo

Franco Battiato e Giuni Russo

Sono stato «censurato» da Franco Battiato. Qualche anno fa, per un testo che doveva accompagnare la pubblicazione postuma di una inedita antologia di Giuni Russo, lo avevo chiamato Lo «stregone» dell’Etna. Non gradì quelle parole, e il mio testo saltò. Amen. Oggi però quella definizione mi torna: il senso di quella «stregoneria» è stato lo sforzo davvero «prometeico» di rendere cantabile e godibile da tutti quel grumo di radici che albergano, scavano e fioriscono in tutti i figli del 900. Forse perfino più della passione per il Sufi, Gurdjeff, i culti tibetani, che pure hanno impregnato la sua vita.

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.