closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

Lo stallo sulle riforme travolge palazzo Chigi

Maggioranza. Ennesimo incontro a vuoto. E nuovo richiamo a Conte: non faccia il passante. Il nodo inestricabile è quello della legge elettorale

Un vecchio tavolo della maggioranza sulle riforme

Un vecchio tavolo della maggioranza sulle riforme

«Che si fa se non risponde nessuno?», chiede Charlie Brown. «Rifai il numero più forte», risponde Lucy van Pelt. Non serve a niente, ovviamente, ma di fronte allo stallo sulle riforme costituzionali il Pd e Leu non possono fare altro che insistere. Provano a richiamare, con più forza, Conte. L’avevano già fatto il 23 novembre, undici giorni fa, quando l’impossibilità di proseguire con il tavolo sulle riforme istituzionali - modifiche della Costituzione e soprattutto della legge elettorale - era apparsa evidente. Bisogna tornare al punto di partenza - dissero allora - al vertice tra Conte e i segretari dei quattro...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi