closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Commenti

Lo squadrismo dei bianchi, l’argine del voto nero

Trump/Biden. Un’offensiva che conserva i tratti eversivi che hanno caratterizzato l'amministrazione uscente, con la complicità di parti del Partito repubblicano. Anzi esalta quei tratti eversivi, reazione rabbiosa a una sconfitta, avvenuta grazie all’impegno delle odiate minoranze, che, agli occhi del presidente battuto e dei suoi accoliti, ha anche il sapore di una rivincita di Barack Obama

Manifestanti pro Trump dentro Capitol Hill

Manifestanti pro Trump dentro Capitol Hill

Squadristi pro-Trump danno l’assalto al senato degli Stati Uniti. La seduta congiunta di senatori e deputati convocata per ratificare l’elezione di Biden è sospesa. Danno la caccia ai repubblicani che hanno osato opporsi all’ordine di Trump di capovolgere il voto popolare del 3 novembre. In cima alla lista dei bersagli da colpire è Mike Pence, il vice presidente sempre fedele al suo capo anche nei suoi momenti più folli. E Mitch McConnell, il leader dei senatori, politico vecchio stile, attento a non contrastare mai le intemperanze frequenti di Trump. Non stavolta. Di qui la condanna del MAGA, il movimento Make...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi