closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Rubriche

Lo sprint imperiale di Nizzolo, contento di non aver fatto tredici

Contagiro. Tappa 13. Stavolta non ce n’è proprio per nessuno, Nizzolo vola sulla scia del mantovano Affini e quasi si toglie di ruota gli avversari per poi trionfare finalmente a braccia alzate sul traguardo

Scatto durante la tredicesima tappa

Scatto durante la tredicesima tappa

Da Ravenna a Verona la tappa rappresentava l’ultima occasione per gli sprinter. Tra le ruote veloci perdurava un record poco invidiabile, quello di Nizzolo, che corre in gruppo con la doppia maglia di campione italiano ed europeo: dodici secondi posti nelle volate del Giro. Riassorbita la fuga dei due compari Pellaud e Marengo, questa volta accompagnati da Riva, poco c’è mancato che il mantovano Affini, sfruttando un buco creato astutamente dai suoi compagni, facesse fare a Nizzolo un beffardo tredici in questa particolare schedina. Ma stavolta non ce n’è proprio per nessuno, Nizzolo vola sulla scia del mantovano e quasi...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi