closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

Lo spazio ridotto di amore e morte

«La scala di ferro» di Georges Simenon (1953), da Adelphi. Nella perfetta, angusta quotidianità coniugale dove ogni gesto è rito, si insinua sottile, e via via si ingrandisce, uno straniamento... Le virtù di un romanzo claustrofobico, non solo «d’evasione»

Félix Vallotton, «Intérieur avec femme en rouge de dos», 1903, Zurigo, Kunsthaus

Félix Vallotton, «Intérieur avec femme en rouge de dos», 1903, Zurigo, Kunsthaus

Evasione, buona narrativa d’evasione. Così molti considerano l’opera di Simenon. E se ne comprendono le ragioni: la perfetta macchina del racconto, i pesi calibrati, le atmosfere fin troppo persuasive. E una scrittura limpida e vischiosa che impregna subito il lettore: lo immette d’un colpo nello stesso refolo di vento, negli stessi afrori, nelle camere affocate e nelle cucine squallide, nelle stesse luci lattiginose da cui sono avvolti i personaggi, e nelle loro più fonde ossessioni. Proverbiale è la ritualità del suo lavoro alla scrivania, e la vena inesauribile, gli eccessi mondani e alcolici, festosi o sprezzanti. Tutto, proprio tutto insomma,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.