closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Lo spazio non è un sogno

Mostre. L'architetto svizzero Bernard Tschumi al Pompidou di Parigi. La sua idea è quella di una forma che sappia entrare in dialogo strettissimo con la città, ridisegnando passeggiate urbane

L’esposizione Bernard Tschumi: Concept & Notation al Centre Pompidou di Parigi (visitabile fino al 28 luglio) vibra di rosso alle pareti e nelle diciotto teche (tables de réferénce) contenenti i materiali d’archivio dell’architetto svizzero. Il rosso, infatti, è il colore preferito di Tschumi (Losanna, 1944) e continua a essere favorito come dimostrano anche le sue ultime realizzazioni: il ponte pedonale sopra i binari del Tgv a La Roche-sur-Yon, le architetture «a fungo» per un’area industriale di Shenzen, il «generatore» (red generator) della Scuola di Architettura a Miami o i prospetti della Scuola Cantonale d’Arte di Losanna. Di rosso sono state,...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi