closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Lo sparo di Chris Burden

Ritratti. Americano di Boston, ma d'adozione californiano, il body artista più estremo è morto all'età di 69 anni. Per anni, aveva usato il suo corpo come luogo dove apparecchiare un teatro della crudeltà che molto riecheggiava ciò che accadeva nel mondo.

«Shoot» di Chris Burden, 1971

«Shoot» di Chris Burden, 1971

Body artista fra i più estremi, Chris Burden è scomparso all’età di 69 anni, dopo lunga malattia. Negli anni Settanta, aveva terrorizzato gli spettatori incuriositi dalle sue performance, facendosi sparare addosso da un amico di buona mira, sul braccio sinistro, acasiandosi in un lago di sangue. Era il 19 novembre del 1971 e Shoot è rimasta una delle azioni più celebri della storia dell’arte d’avanguardia. «È un modo per controllare il destino», rispose l’americano Burden, spavaldo, a chi gli chiedeva il motivo di tanta violenza su se stesso (e anche su chi era lì, costretto a guardare). L’obiettivo reale, fuori...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.