closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Lo schermo del disgelo

Cinema ritrovato. Al festival bolognese una selezione di opere sovietiche dal 1956 al 1959, che rivelano il momento più autentico del rinnovamento

Il Cinema Ritrovato di Bologna è un festival che ha il potere di metterci nel ruolo di spettatori felici: e ciò malgrado il caldo insostenibile all’uscita dalle sale confortevolmente condizionate, e malgrado un programma che costringe a scelte dolorose, con la sensazione di aver perso molte più cose di quelle viste. Ma quelle viste bastano a confortarci. Scrivevamo nella presentazione che erano quest’anno eventi prioritari l’omaggio a Golestan (comprendente Forugh Farrokhzad) e la seconda parte dei film sovietici del disgelo, su cui qui ci soffermeremo. A visioni fatte siamo certi di non esserci sbagliati, anche se altri film erano un...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.