closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Cultura

Lo sballo dei poveri

Intervista. Un incontro con il fotoreporter Valerio Bispuri che a Ferrara, per il festival di Internazionale, presenterà oggi il suo libro «Paco. A Drug Story», edito da Contrasto. Un progetto durato quindici anni di lavoro fra i quartieri degli emarginati di Buenos Aires, dove circola quella sostanza che porta alla devastazione fisica e mentale nel giro di un anno e mezzo

Buenos Aires, 2010. Un campo occupato nei pressi di Lomas de Zamora

Buenos Aires, 2010. Un campo occupato nei pressi di Lomas de Zamora

È sempre una sincera curiosità verso l’essere umano ad indirizzare un percorso che per Valerio Bispuri (Roma, 1971) non è mai soltanto professionale. Complice, talvolta, la casualità. Come quando negli anni Novanta, seguendo un amico, s’iscrive a un corso gratuito di fotografia. La svolta arriverà però nel 2001: dopo un lungo viaggio in Sudamerica che il fotoreporter definisce il suo «cammino che guevariano», quello che era un hobby diventa professione. «Al ritorno avevo capito due cose: volevo vivere in Sudamerica e fare il fotografo», spiega Bispuri. Sceglierà come seconda patria l’Argentina e solo recentemente, dopo aver vissuto per dieci anni...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.