closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

Llamas e Merino, oggetti smarriti in Spagna

Il caso. Il film «Dov’è Mikel?» riapre la ferita della tortura e dell'impunità della polizia iberica

Come spieghi che, in una democrazia, una persona è scomparsa dopo esser stata arrestata e nessuno dei responsabili è stato punito?». È anche per rispondere a una domanda inevasa di verità e giustizia che Miguel Ángel Llamas e Amaia Merino hanno realizzato il film Non dago Mikel?, presentato al Festival di San Sebastián e uscito nelle sale spagnole il 26 febbraio. Nel documentario lo scrittore basco Ion Arretxe, scomparso nel 2017 a soli 52 anni, racconta la terribile esperienza vissuta in prima persona: «Erano passati solo dieci anni dalla morte di Franco, e dopo la santa Transizione ci trovavamo teoricamente...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi