closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Visioni

Livio Cori e il tocco urban

Note sparse. L'artista napoletano e il suo nuovo disco «Femmena», un dialogo fra r'n'b e scuola partenopea

Livio Cori

Livio Cori

Se esiste un luogo che assorbe e (ri)genera la musica secondo le proprie tradizioni è Napoli. Il variegato tessuto urbano produce però sempre sonorità riconoscibili, atmosfere, linguaggi non codificati, percepibili camminando per i vicoli del centro o nelle piazze. Livio Cori può essere etichettato sotto il genere musicale «urban», prende a piene mani da tutto il corredo che la sua città gli ha donato, sin da bambino, integrandolo con quello interiorizzato dal mondo fuori. La controprova è questo nuovo album dal titolo già emblematico, Femmena, pubblicato dalla sua creatura, l’etichetta Magma, uno spazio di produzione dove sviluppare liberamente il proprio...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi