closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Politica

L’Italia non riconosce la Palestina

Camera. Passano col sostegno del governo due mozioni «non contrapposte», del Pd e del Ncd. Democratici spaccati. L’unico impegno è a «promuovere il riconoscimento» e i negoziati. Hanan Ashrawi e l'Anp deluse per i condizionamenti ai palestinesi

GAZA, OPERA DEL GRAFFITISTA BANKSY

GAZA, OPERA DEL GRAFFITISTA BANKSY

Il riconoscimento pieno non è arrivato. L’Italia per il momento si impegna solo a «sostenere l’obiettivo della costituzione di uno Stato palestinese» nella logica di «due popoli, due stati» e a «promuovere il riconoscimento della Palestina quale stato democratico e sovrano entro i confini del 1967», con «Gerusalemme capitale condivisa», sostenendo e promuovendo i negoziati di pace «diretti tra le parti». Contrariamente a quanto annunciato dalla maggioranza di governo, le due mozioni approvate ieri dalla Camera - quella del Pd votata anche dai deputati di Sel che contiene i punti sopra riportati, e quella del Ncd e del gruppo di...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.