closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

L’Italia fa affari con l’Egitto, poi chiede sostegno alla Ue

Giulio Regeni. Vertice a Palazzo Chigi dopo la chiusura delle indagini da parte della Procura di Roma. Di Maio annuncia azioni di sensibilizzazione a Bruxelles per coinvolgere le istituzioni europee. Ma il governo continua nei normali rapporti con Il Cairo: ieri primo incontro dell'East Mediterranean Gas Forum

Giuseppe Conte con il presidente egiziano al-Sisi

Giuseppe Conte con il presidente egiziano al-Sisi

C’è voluta una settimana dalla chiusura delle indagini della Procura di Roma sul sequestro, le torture e l’omicidio di Giulio Regeni, perché il governo si esprimesse. Lo aveva fatto  il primo ministro Conte in sede europea, ma solo ieri si è riunito un pezzo di gabinetto: a Palazzo Chigi si è parlato di Egitto nel vertice tra Conte e i ministri degli Esteri Di Maio, degli Interni Lamorgese e della Difesa Guerini. A darne conto è stato, con una diretta Facebook, Di Maio: «Il nostro obiettivo è impegnare le istituzioni europee per Regeni, perché stiamo parlando di diritti umani». Nello...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.