closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
ExtraTerrestre

«L’Italia è contro la sugar-tax perché non ci sono nutrizionisti indipendenti dalle industrie»

Intervista. Antonio Pratesi, direttore de Il fatto alimentare: «La proposta del ministro è virtuosa. Ma i partiti hanno delle fondazioni che ricevono soldi anche da industrie alimentari»

Antonio Pratesi, medico nutrizionista e divulgatore scientifico de ilfattoalimentare.it non usa giri di parole. «Perché l’Italia è ostile alla sugar-tax? Forse perché mancano dei nutrizionisti autorevoli e indipendenti dall’industria alimentare che abbiano una visione ad ampio respiro del problema obesità». La nostra industria alimentare e delle bevande, con il 25,9% degli investimenti pubblicitari italiani, è in grado di condizionare pesantemente le scelte editoriali e persino politiche. In cima agli inserzionisti compaiono sempre Ferrero, Barilla, Nestlé, Mondelez, Danone, Perfetti, Bauli, Coca Cola, le aziende che ci servono gran parte dei prodotti da colazione, bevande zuccherate e merendine. «Abbiamo grandi accademici che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.