closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Internazionale

L’Italia commercia legname birmano. Nonostante lo stop Ue

Myanmar. Alcune aziende continuano a rivenderlo, anche dopo il golpe. Lo svela un report dell’Environmental Investigation Agency

Altre aziende italiane accusate di fare affari con il Myanmar, nazione del sud-est asiatico sottoposta a sanzioni internazionali, dove in seguito al colpo di Stato di febbraio ora regna una sanguinaria giunta militare. A rivelarlo è un rapporto diffuso ieri dall’Environmental Investigation Agency (Eia), organizzazione di giornalismo ambientale investigativo con sedi a Londra e Washington, frutto di un lavoro sotto copertura andato avanti per ben 18 mesi, a partire dall’inizio del 2020. IL TITOLO DEL LORO STUDIO lascia poco spazio alle interpretazioni: The Italian Job. How Myanmar timber is trafficked through Italy to the rest of Europe despite Eu laws...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.