closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias

L’Italia ci prova, ma dopo serve una svolta

Francia 2016. I troppi infortuni e il complicato rapporto di Conte con i club e la federazione. Due anni di difficile gestione: tutti i mali del calcio italiano

Dieci giorni per l’atto finale di una sceneggiatura incerottata. E se ne invece saranno tre o addirittura quattro settimane, insomma se l’Italia vincesse gli Europei o arrivasse nei dintorni del podio, la sostanza non cambierebbe. Il biennio del calcio italiano che ha accompagnato la Nazionale di Antonio Conte in Francia non ha prodotto un cambio di marcia. Anzi, c’è la sensazione che il movimento abbia compiuto passi indietro, invece di ripartire. Dalla sciagurata missione brasiliana con Cesare Prandelli al comando, nessuna delle promesse di rilancio del sistema Italia è stata mantenuta. E la questione tecnica, il valore della rosa che...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.