closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Alias Domenica

L’isterica e i suoi esorcisti: un caso di duplice follia

Senso e religione. Con attitudine sartoriale, non cercando di mascherare le toppe apposte alle lacune documentarie, Fernanda Alfieri ricostruisce la storia di «Veronica e il diavolo», Einaudi

Giacomo Balla, «Polittico dei viventi: La pazza», 1905

Giacomo Balla, «Polittico dei viventi: La pazza», 1905

Al numero 52 di via Sant’Anna, a Roma, in centro, non lontano da Piazza del Gesù, abitava nel 1834 una famiglia di incisori di monete e medaglie, gli Hamerani, che aveva richiesto l’intervento dei Gesuiti perché la figlia Veronica, diciannove anni, mostrava chiari segni di possessione diabolica. E infatti, al tentativo dei sacerdoti di benedirla con l’acqua santa la giovane si mise a scalciare in aria, ad agitare e roteare vorticosamente le braccia, a vomitare e urlare, a parlare con la presunta voce di Satanasso. Da allora, per sei mesi, gli esorcisti Gesuiti cercarono ripetutamente ma inutilmente di scacciare il...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.